Inviata la proposta ufficiale di acquisto del Cordoba da parte di una cordata di imprenditori italiani”

La proposta ufficiale di acquisto del Cordoba Calcio da parte di una cordata di imprenditori italiani è stata inviata questa mattina ai dirigenti del club spagnolo”.

L’annuncio, che conferma il forte interesse degli operatori economici italiani per la storica società bianco verde, è giunto da Alessio Sundas, agente Fifa e responsabile della Sport Man, nel ruolo di mediatore per un gruppo italiano, intenzionato ad investire nel calcio iberico.

“Come avevamo annunciato – prosegue il manager Sundas – in queste ore è stata recapitata ai proprietari del Cordoba la proposta per chiudere una trattativa che è già a buon punto e potrebbe essere conclusa in pochissimi giorni. La cordata di operatori economici italiani è intenzionata a riversare nel Cordoba, una gloriosa società con 63 anni di storia, risorse e mezzi tecnici per riportarla subito nella Liga. Abbiamo molti giocatori italiani da inviare in Spagna, così come un grande progetto per aprire Scuole Calcio a Cordoba, potenziando anche il settore giovanile con allenatori e staff altamente preparati. Le Scuole Calcio della Sport Man in Russia, Ucraina, Cina ed Africa stanno sfornando giovanissimi talenti, trasporteremo questa positiva esperienza anche a Cordoba. Un club che ha una potenzialità enorme in termini di spettatori e di merchandising, vogliamo gettare le basi per acquisire una squadra che possa vincere il campionato di Seconda divisione. Lo stadio Nuevo Arcángel dovrà tornare a ribollire di passione, essere il fortino inespugnabile di una squadra che rappresenta l’anima stessa della città di Cordoba. L’organico della squadra è buono, il nostro intervento potrebbe permettere un ulteriore rafforzamento per vincere il difficile campionato di Seconda divisione. La stampa spagnola da giorni si sta interessando a fondo di questa vicenda, potremmo essere i pionieri di una nuova frontiera che vede operatori economici italiani acquisire club iberici e lanciarli nel grande calcio”.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Comment