Chiesa promuove una carta etica sull’AI – Hi-tech

Chiesa promuove una carta etica sull’AI – Hi-tech


(ANSA) – ROMA, 28 FEB – E’ stata siglata stamani nella Città
del Vaticano la Rome Call for AI Ethics, una carta etica per lo
sviluppo dell’intelligenza artificiale (AI). A firmare il
documento condiviso sono stati Mons. Vincenzo Paglia, presidente
della Pontificia accademia della vita che ha promosso la carta,
la ministra italiana per l’Innovazione e la tecnologia Paola
Pisano; il direttore generale della Fao Dongyu Qu, il presidente
di Microsoft Brad Smith e il vicepresidente di Ibm John Kelly
III. Alla firma del documento ha assistito il presidente
dell’Europarlamento David Sassoli, che ha invitato Mons. Paglia
a Bruxelles.
   
Il documento doveva essere presentato in mattinata a Papa
Francesco, che a causa di una lieve indisposizione ha invece
inviato un discorso in cui ha sottolineato, tra l’altro, che le
nuove tecnologie sono “un dono di Dio” ma un loro cattivo uso
comporta “gravi rischi per le società democratiche”. Una
“algor-etica”, cioè un’etica dell’algoritmo, “potrà essere un
ponte per far sì che i principi di dignità della persona,
giustizia, sussidiarietà e solidarietà si inscrivano
concretamente nelle tecnologie digitali”.
   
Per Sassoli, “se non governeremo la quarta rivoluzione
industriale”, quella delle nuove tecnologie, “saranno gli
algoritmi a governare noi”. Per questo la nuova rivoluzione “va
accompagnata per accrescere e non diminuire i nostri diritti
sociali, politici ed economici”.
   
“La tecnologia non è neutra e dipende da come la si
sviluppa”, ha osservato Pisano. “In base a come la svilupperemo,
sapremo essere più trasparenti, etici, inclusivi”.
   
Unn invito a lavorare tutti insieme è arrivato da Smith,
secondo cui “AI è una tecnologia troppo importante per essere
lasciata solo nelle mani di chi la crea”. Kelly ha invece
sottolineato l’importanza di un’AI “al servizio
dell’umanità”.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA