Facebook difende Libra, vuol prevenire riciclaggio denaro – Tlc

Facebook difende Libra, vuol prevenire riciclaggio denaro – Tlc


Facebook difende Libra. La criptovaluta “vuole prevenire il riciclaggio di denaro” spiega David Marcus, il manager del social network che è alla guida di Libra, al senato americano, in base agli estratti del suo intervento che terrà martedì davanti alla commissione bancaria. “Non interferirà con la politica monetaria e non competerà con le altre valute nazionali” aggiunge Marcus, mettendo in evidenza che Libra è uno strumento di pagamento, “non un investimento”. Libra – osserva ancora Marcus – non sarà lanciata fino a quando i timori delle autorità di regolamentazione non saranno completamente risolti.

Intanto il titolo della società di menlo Park è pesante a Wall Street, dove ha perso l’1 per cento. A pesare sono le indiscrezioni su un progetto di legge allo studio da parte dei democratici che vieterebbe al social network, così come agli altri colossi tecnologici, di emettere valute digitali. I democratici starebbero mettendo a punto il provvedimento, chiamato ‘Keep Big Tech Out Of Finance’, per vietare non solo l’emissioni di valute digitali da parte dei big della Silicon Valley ma anche l’offerta di prodotti finanziari e bancari.

Nei giorni scorsi anche Donald Trump ha attaccato Libra. “Non sono un fan di bitcoin e altre criptovalute, che non sono soldi e il cui valore è altamente volatile e basato sul nulla”, ha twittato il presidente americano. “Similmente Libra, la ‘moneta virtuale’ di Facebook, avrà poco sostegno ed affidabilità. Se Facebook e altre compagnie vogliono diventare una banca devono ottenere un nuovo documento di autorizzazione bancaria ed essere soggetti a tutte le regole bancarie, come le altre banche, sia nazionali che internazionali”, ha aggiunto.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA