Google batte Alexa e Siri sulle medicine – Software e App

Google batte Alexa e Siri sulle medicine – Software e App


Tra gli assistenti virtuali, quello di Google se la cava meglio di Alexa (Amazon) e Siri (Apple) con le medicine: comprende i nomi in modo quasi due volte più accurato, e quindi può fornire informazioni più pertinenti. A mettere alla prova i “maggiordomi” vocali è uno studio di Klick Health pubblicato sulla rivista Nature Digital Medicine.

Dall’acetaminofene (cioè il paracetamolo) allo Zantac, i ricercatori hanno sottoposto agli assistenti i nomi di 50 farmaci di marca e generici, pronunciati da 46 persone inglesi con accenti diversi. Google ha capito il 92% delle specialità medicinali e l’84% dei farmaci generici. Siri ha fatto registrare un 58 e 51% rispettivamente, Alexa 55 e 45%. Google risulta essere anche quello che comprende meglio gli accenti stranieri.

Tra le curiosità, tutti e tre gli assistenti hanno capito molto bene alcune parole come “Aspirina”, ma Alexa ha avuto forti difficoltà con altre, ad esempio l’ibuprofene. La parola ha avuto un tasso di comprensione del 100% con Google, del 59% con Siri e del 4% con Alexa.

Nel complesso, secondo i ricercatori servono ulteriori passi avanti nell’accuratezza della tecnologia di riconoscimento vocale in ambito medico. “Gli assistenti vocali digitali stanno diventando strumenti popolari per avere informazioni sulla salute, quindi una mancanza di comprensione li mette a rischio di fornire consigli scarsi, incoerenti e potenzialmente pericolosi”, evidenzia il vicepresidente dei Klick Labs Yan Fossat, coautore dello studio. “Alcuni risultati della ricerca sono incoraggianti, ma è necessario lavorare di più per garantire la salute e la sicurezza delle persone”.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA