Google, Covid usato da hacker di Stato – Software e App

Google, Covid usato da hacker di Stato – Software e App


(ANSA) – ROMA, 23 APR – L’emergenza coronavirus è sfruttata
anche da hacker sponsorizzati dai governi, allo scopo di rubare
credenziali e fare spionaggio. Lo riferisce il gruppo di analisi
di Google sulle minacce informatiche (Threats Analysis Group,
Tag), che ha identificato almeno una dozzina di cyberattacchi
contro target specifici.
   
Uno di questi attacchi, si legge nel rapporto, ha preso di
mira gli account personali di impiegati del governo Usa,
sfruttando il nome di qualche catena di fast food. Alcuni
messaggi di posta inviati offrivano coupon e pasti gratuiti in
risposta alla crisi innescata dalla pandemia, altri
indirizzavano i malcapitati su falsi siti dove ordinare pasti
con consegna a domicilio. Cliccando, si veniva indotti a dare
agli hacker le proprie credenziali dell’account di Google. Gli
esperti spiegano che non sono note vittime dell’attacco, e che
la stragrande maggioranza di queste email è finita nella
cartella di spam e quindi non è stata vista dai destinatari.
   
“Gli hacker guardano frequentemente alle crisi come a
un’opportunità, e il Covid-19 non fa eccezione”, si legge nella
nota. La settimana scorsa la stessa Google ha reso noto di
bloccare ogni giorno oltre 240 milioni di messaggi di spam a
tema Covid-19 sulla posta elettronica di Gmail. Inoltre i
sistemi automatizzati di Big G fermano quotidianamente 18
milioni di email di phishing e malware sull’epidemia, che fanno
parte dei 100 milioni di messaggi di phishing bloccati al
giorno.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA