PlayStation ha 25 anni, rivoluzionò i VG – Hi-tech

PlayStation ha 25 anni, rivoluzionò i VG – Hi-tech


La PlayStation compie 25 anni. Era il 3 dicembre 1994 quando Sony lanciò in Giappone la sua prima console, che rivoluzionò un mercato videoludico mondiale fino ad allora dominato dal Super Nintendo e dal Sega Mega Drive, e che oggi vale 152 miliardi di dollari.
    La rivoluzione di Sony passa da tre parole chiave: Cd, 3D e marketing. La PlayStation abbandona le cartucce in favore del compact disc, un supporto che offre uno spazio decisamente maggiore per i contenuti (700 megabyte contro i 32 delle cartucce) e abbatte i costi di produzione (anche grazie alle royalty più basse praticate dall’azienda).
    Quanto alla grafica tridimensionale dei giochi, le altre console avevano limiti tecnici per l’implementazione del 3D, su cui invece Sony punta da subito, offrendo anche agli sviluppatori una piattaforma su cui era semplice scrivere videogame.
    E a cambiare con Sony è anche la concezione e la comunicazione del gioco stesso: non più un prodotto per bambini, venduto nei negozi di giocattoli, ma un prodotto “cool”, per giovani, da acquistare nei negozi di elettronica e di musica.
    Oggi la PlayStation è giunta alla sua quarta versione – mentre circolano indiscrezioni sulla PlayStation 5 attesa nel 2020 – e si contende un mercato miliardario con Nintendo e con l’Xbox di Microsoft. Secondo gli analisti di Newzoo, nel 2019 i 2 miliardi e mezzo di videogiocatori mondiali spenderanno 152,1 miliardi di dollari in videogame (+9,6%) e un terzo di questa cifra, pari a 47,9 miliardi, riguarda i titoli per console. I videogame per smartphone e tablet sono a quota a 68,5 miliardi, quelli per Pc a 35,7 miliardi. Quanto alle console, nell’ultimo anno – stando ai dati di VGChartz – sono state vendute 13,4 milioni di Nintendo Switch, 10,7 milioni di PlayStation 4 e 2,9 milioni di Xbox One.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA